Teatro di Prosa

STAGIONE 2017

Miraggi: Le strade che hanno un Cuore

Per la stagione 2017 il nostro teatro ha scelto un titolo emblematico: Miraggi. Le strade che hanno un cuore, per riportare al centro quelle esperienze che nascono da un bisogno di autenticità e unicità. Il titolo prende spunto da uno scritto di Carlos Castaneda “Una strada con un cuore”, e si avvale di altri riferimenti: saint exupery fa dire al piccolo principe “l’essenziale è invisibile agli occhi ma è visibile solo con il cuore”, gli esicasti (quelli che si ritiravano nel deserto per meditare e pregare meglio) devono il loro nome al termine greco “hésychia ” che significa “La quiete nel cuore”, una danzatrice indiana di Bharata Natyam che lavorava con i Mudra (i gesti con le mani che hanno un loro linguaggio) diceva: “dove vanno gli occhi li vanno le mani, dove vanno le mani li va il cuore” un compendio efficace del rapporto tecnica e sentimento. Oggi più che mai nel teatro e nella cultura, strangolati da burocrazia e economicità, il cuore inteso come sentimento del fare ha bisogno di ritrovare la sua strada. Perchè Miraggi? Perchè oggi le strade che hanno un cuore assomigliano ad un vero e proprio miraggio: qualcosa di cui si prova la nostalgia ma che fatica a realizzarsi.

La programmazione elaborata per il 2017 è variegata, consta di 21 appuntamenti tra teatro di prosa, teatro danza, Commedia dell’Arte, proiezioni, conferenze/incontri e 2 importanti workshop tenuti da prestigiosi artisti.

La stagione di quest’anno vuole, quindi, abbracciare diversi “generi” e attività culturali affiancando i grandi nomi: Eugenio Barba, l’Odin Teatret, Erri De Luca, Teatro Potlach, Claudia Contin Arlecchino ed altri, con i nuovi fermenti del teatro e della cultura, fermenti che nascono con le stesse motivazioni e a cui il Teatro Ridotto è sempre aperto ed attento.

 

Volantino con le date della stagione

PROSSIMI APPUNTAMENTI