OFFERTA PER LE SCUOLE SECONDARIE DI I° A.S. 2018/2019

PREMESSA

La proposta formativa “animi motus” del Teatro Ridotto per la scuola
secondaria ha come scopo principale far conoscere e sperimentare
l’autoconsapevolezza (la conoscenza del sé e delle proprie emozioni) e
l’intelligenza emotiva (la conoscenza dell’altro e delle sue emozioni), ovvero i
due prerequisiti e fondamento della socializzazione e del vivere comune.
Trasmettere l’autoconsapevolezza, ovvero la capacità di riconoscere, di
rispettare e di gestire le proprie emozioni, e favorire l’ascolto e la
comprensione dei sentimenti altrui, significa accrescere la capacità di stare
con gli altri, di capirli e di affrontare i problemi di relazione, sapersi esprimere senza paure o imbarazzi davanti agli altri.
L’intelligenza emotiva, concetto introdotto dal professore Daniel Goleman,
psicologo cognitivista, consistente in una miscela equilibrata di motivazione,
logica e auto-controllo, che consente, imparando a comprendere i propri sentimenti e quelli degli altri, di sviluppare una grande capacità di  adattamento e di convogliare opportunamente le proprie emozioni, in modo da sfruttare i lati positivi di ogni situazione.
Il metodo principale scelto per far provare ai giovani queste due fondamentali dimensioni del vivere comune, il sé e l’altro, è quello dell’espressione artistica nel quale il Teatro Ridotto vanta un’esperienza trentennale e si avvale di professionisti del settore artistico, pedagogico, arte terapia ecc..
Con questi presupposti Il Teatro Ridotto offre spettacoli e laboratori teatrali
che vogliono ampliare l’offerta formativa scolastica coinvolgendo i ragazzi alla partecipazione attiva dei mezzi espressivi del teatro mettendo in moto energie fisiche e psichiche spesso nascoste e sorprendenti dei singoli e del gruppo.

TUTTI I LABORATORI POSSONO ESSERE ADATTATI A TEMATICHE SPECIFICHE SECONDO LE ESIGENZE DI DOCENTI E DIRIGENTI.

LABORATORI

Comprendere l’importanza dei materiali di scarto, il valore del recupero
e del riuso dei materiali anche attraverso un gioco di creazione
narrativa. Partendo dal libro dell’illustratore e autore colombiano Josè
Sanabria “ Con il passare del tempo”, ci inoltreremo in una favola che
parla di fortuna, sconfitta, capacità di reinventarsi e di prendersi cura.

L’idea del laboratorio s’ispira al fantastico mondo dei personaggi
nell’opera di Fellini: Gelsomina, Zampanò ecc… si privilegeranno
giochi vocali, fisici e l’utilizzo di strumenti musicali.

Nel prato retrostante la Casa delle Culture e dei Teatri, sono state messe
a dimora nel novembre 2010, trenta piante da frutto salvate dall’estinzione
e recuperate, numerose erbe aromatiche e cespugli di frutti di bosco
ma anche installazione create appositamente dall’amico poeta Tonino
Guerra. Il Laboratorio vuole essere un affascinante viaggio alla scoperta
dei frutti presenti nel giardino che delle poesie del poeta Tonino
Guerra, figura molto legata al teatro Ridotto

Laboratorio
SULLA COSTRUZIONE DI UNO SPETTACOLO TEATRALE
dove si stimolano nei ragazzi capacità percettive e motorie normalmente ignorate, la percezione dello spazio, del movimento, della propria persona in relazione a qualcun altro.

Riflettere sul concetto di costruzione identitaria attraverso il gioco
stimolando la creatività e l’immaginazione narrativa e lavorando in
gruppo per un obiettivo comune. Non siamo un’isola, ma una rete di
relazioni connesse. Questo laboratorio ci porterà prima a scoprire e poi
a raccontare storie di “altri” attraverso il contenuto di una valigia.

SPETTACOLI

Brina, figlia di circensi, non ha nessuna intenzione di prendere parte alla
vita del circo. Ha otto anni, vuole giocare, perdere il tempo, non
sopporta gli allenamenti, gli impegni e soprattutto vedere animali
ammaestrati. Giusto l’arrivo della domatrice di pensieri feroci potrà
aiutarla a togliersi dai guai: tra prove da superare e rocambolesche
avventure. RAsa BBIsi Asa in linguaggio bambinese significa rabbia, è
uno scongiuro, una formula magica da padroneggiare.

…che ne sarà delle antiche piantagioni di Balalla?
Langmann riuscirà a 
trasfromare l’intero paese in una fabbrica di caramelle?
Lo spettacolo prende le mosse dalla volontà di raccontare ad un pubblico giovanissimo una delle facce più nascoste dell’odierno sfruttamento globale: quello delle risorse agricole attraverso uno degli ingredienti più amati dai piccoli e meno piccoli: lo zucchero che, nella finzione scenica, si trasforma nella magica e fascinosa caramellina.

DAI 6 AI 11 ANNI – del Teatro Ridotto

Lo spettacolo ruota intorno alla figura di Gelsomina, personaggioispirato alla celebre Gelsomina del film “La Strada” di Federico Fellini. Lo spettacolo è articolato in due parti complementari tra loro: nella prima parte Gelsomina, vive e dialoga con il suo mondo fantastico, utilizzando diversi linguaggi (narrazione, danza, musica) e attraverso elementi scenici quali bolle di sapone, nastri, strumenti musicali, pergamene con filastrocche, oggetti vari e sogni, che le permettono di interagire teatralmente con il suo immaginario, dando vita a figure suggestive. La seconda vede in scena i ragazzi partecipanti, che sotto la guida di Gelsomina mettono in scena alcune parti di ciò che hanno appena visto, filtrandole attraverso la personale espressività e giocando con gli elementi scenici.

Uno spettacolo pensato per divertire e far riflettere il giovane pubblico
sui temi del riciclo e del riutilizzo degli scarti del consumo.
E’ ispirato ad una delle “città invisibili” descritte da Italo Calvino nel libro omonimo.

LETTURE ANIMATE

Il teatro Ridotto è disponibile per letture di testi/fiabe con animazione. I testi possono essere scelti dai docenti ma anche suggeriti dagli operatori del teatro. Abbiamo un ricco repertorio di letture adatte ad ogni fascia d’età.

Modalità di attuazione:
Il Teatro Ridotto si rende disponibile da settembre a giugno, sia al mattino che in orario pomeridiano a seconda delle esigenze di docenti, alunni e referenti.

Per i laboratori si richiede un minimo di 4 incontri della durata di almeno 1,5/ora
Gli spettacoli si svolgono in un unico incontro della durata di circa 1,5/2 ore.
Tutto si può adattare alle specificità scolastiche sia per quanto concerne i contenuti che le modalità di attuazione. I laboratori possono concludersi con una dimostrazione di lavoro/ spettacolo aperta al pubblico.

N.B:A richiesta il Teatro organizza anche il servizio di autobus

Quota di iscrizione e/o contribuzione:

  • Spettacoli € 4 a bambino (con un minimo di 3 classi*)
  • Laboratori € 3 a bambino per ciascun incontro
  • Letture animate € 3 a bambino.

Gli insegnanti, gli accompagnatori e i diversamente abili hanno diritto alla partecipazione gratuita.

L’eventuale servizio di autobus ha un costo variabile aggiuntivo *con due sole classi il prezzo è di € 5 a bambino

Esigenze tecniche:
Per gli spettacoli si richiede uno spazio scenico di almeno 3×3 mt.
Per i laboratori non ci sono particolari richieste, naturalmente il luogo dovrà essere sufficientemente ampio in relazione al numero dei partecipanti e libero da pericoli. Inoltre, il Teatro Ridotto mette a disposizione anche i propri spazi.

Referenti
Lina Della Rocca
(Coordinatrice laboratori, attrice e Direttore artistico)
333.9911554

Francesca Ancona
(Organizzazione generale)
349.7468384

Email:
teatroridotto@gmail.com

TUTTI I LABORATORI POSSONO ESSERE ADATTATI A QUALSIASI ESIGENZA DEGLI INSEGNANTI.