" Riconoscimenti Eugenio Barba è stato insignito di dottorati onorari dalle università di Århus, Ayacucho, Bologna, L'Avana, Varsavia, Plymouth (Regno Unito) e dell'Accademia delle Arti Performative di Hong Kong, oltre alla "Reconnaissance de Mérite scientifique" dall'Università di Montreal. A Barba sono stati conferiti anche il Premio dell'Accademia Danese, il Premio della Critica del teatro messicano, il Premio Diego Fabbri, il Premio Internazionale Pirandello, il premio Sonning dell'Università di Copenaghen, il Premio alla carriera del Film Festival Popoli e Religioni, il Thalia Prize. "

Eugenio Barba

Work: Direttore Artistico onoraro event2

Eugenio Barba (Brindisi, 29 ottobre 1936) è un regista teatrale italiano, una delle figure di spicco del teatro contemporaneo. Vincitore del prestigioso Premio Sonning, (riconoscimento tributato, tra gli altri, a Winston Churchill, Leonard Bernstein, Albert Schweitzer, Bertrand Russell, Niels Bohr, Alvar Aalto e Karl Popper), è considerato uno dei maggiori intellettuali europei.Noto come allievo ed amico di Jerzy Grotowski, fondatore e direttore dell’Odin Teatret, è ritenuto, insieme a Peter Brook, l’ultimo maestro occidentale vivente[1]. Barba ha modificato il concetto di lavoro dell’attore avviato dal regista polacco, attraverso una pratica teatrale che porta l’attore a contatto con la propria ricerca interiore.

01 /

Nato a Brindisi nel 1936 da genitori originari di Gallipoli, in provincia di Lecce, crebbe nella città ionica. La situazione socio-economica della sua famiglia cambiò notevolmente quando il padre, un ufficiale militare, fu ferito durante la seconda guerra mondiale e morì di lì a poco.

Dopo aver completato gli studi superiori alla Scuola Militare Nunziatella di Napoli nel 1954, abbandonò l’idea di seguire il padre nella carriera militare. Nello stesso anno si trasferì in Norvegia per lavorare come saldatore e marinaio. All’Università di Oslo si laureò in Lingua francese e in Letteratura e Storia delle Religioni norvegesi.

Nel 1961 si recò a Varsavia, in Polonia, per studiare regia teatrale alla Scuola Teatrale di Stato, che lasciò un anno dopo per unirsi a Jerzy Grotowski, all’epoca leader del Teatr 13 Rzedow di Opole. Barba trascorse con Grotowski tre anni.

Nel 1963 viaggiò in India, dove ebbe il suo primo incontro con il Kathakali, una forma teatrale sottovalutata in Occidente fino ad allora. Sul Kathakali Barba scrisse un saggio che fu pubblicato in Italia, Francia, Stati Uniti e Danimarca. Il suo primo libro, Grotowski alla ricerca del Teatro Perduto, fu pubblicato in Italia e in Ungheria nel 1965.

02 /

Quando tornò a Oslo nel 1964 era intenzionato a diventare un regista teatrale professionista, ma, poiché straniero, non fu ben accolto nella professione. Così inaugurò un teatro personale. Raccolse un gruppo di giovani che non avevano superato la prova di ammissione alla Scuola Teatrale di Stato di Oslo e creò l’Odin Teatret il 1º ottobre 1964. Il gruppo provava in un rifugio all’aria aperta. La prima produzione dell’Odin Teatret, Ornitofilene, dell’autore norvegese Jens Bjørneboe, fu presentata in Norvegia, in Svezia, in Finlandia e in Danimarca. Dopo lo spettacolo in Danimarca il gruppo fu invitato dal comune di Holstebro, una piccola città della costa nord-occidentale, a creare un laboratorio teatrale nel luogo. All’Odin Teatret furono offerti una vecchia fattoria e un’esigua somma di denaro per potersi stabilire nel posto autonomamente. Da allora Barba e i suoi colleghi hanno a Hostelbro la sede dell’Odin Teatret.



Projects

  • 01/01/1970: Ferai
  • 01/01/1970: Min Fars Hus (La Casa di Mio Padre o La Casa del Padre)
  • 01/01/1970: Le Ceneri di Brecht